fu a causa di un salto mentre correvo
lungo la provinciale incappai in un’altra me stessa
stavo stesa ai bordi della strada e avevo un giornale sulla faccia una notizia che mi copriva il volto
mi oscurava la luce nei pensieri
per questo correvo
correvo senza sapere neppure dove andavo
ma non impiegai molto a scoprirlo
alla curva dell’ultimo rettilineo
prima del mare dove la sabbia già si sente
lungo l’asfalto qualcosa che non riconobbi
mi attraversò gli occhi
guardai e
mi sentii d’acqua
senza più colonna nè vertebre
solo una cinta che stringeva lo stomaco
e rosso di minuscoli pesci schizzati
da un’invisibile vasca

 

– fernanda  ferraresso –

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

mare alto, mare salito al suolo, pura sospensione, tua mano, vampa della roccia, furore, altissimo profilo dell’aria, memoria, salto della luce, smarrimento, gorgo infilzato alla voce, quieto dolore, trama della pelle delle ombre, scudo regolato dalla luce, pane della fronte, suprema morte, sconfinato sentire siamo bocca della luce, dove tutto si disfa, si compie

 

– iole toini –

 

_____________________ 
immagini trovate in rete

Annunci