Ti ho nell’oscurità del corpo, come terra in terra.
Una limpidissima lancia che non divide l’albero dal suo fuoco.

Niente si muove.
Sull’ orlo della bocca, la bocca.  Attesa.

Così dice l’aria.
Così il faggio dietro la casa, teso alla cima della montagna
che nomina neve come sua unica misura.

Di questo mi vesto mentre  ti sento arrivare,
segreto del tempo assolto,  mio bacio.

ernst haas

Annunci